Midda's Chronicles - il Diario

lunedì 18 luglio 2011

La scheda #001 di Ventura: Predone di Strada


S
pero bene che nessuno abbia dubbi sul titolo di questo post.
In caso contrario, ciò significherebbe che non avete considerato quanto ho scritto ieri... e questo è veramente male! Molto male malerrimo!!!
D'accordo... siccome oggi mi sento di buon umore (come non esserlo quando succedono questo genere di cose?!), vi concedo cinque minuti per rimettervi in pari.

Fatto?!
Ottimo!

Avete per caso dato un occhio ai commenti in coda?!
Azz... no? Okay... no problemo!
Sempre perché oggi mi sento di buon umore, ve lo riporto in chiaro qui a seguito.
Si tratta di poche, importanti righe scritte per mano dello stesso Archmage, a presentazione della sua visione sull'opera a cui ha dato così origine:

Il progetto lo ammetto è abbastanza ambizioso e di lunga scadenza, ma il mondo di Midda si arricchisce ogni giorno e sarebbe davvero un peccato non dare l'occasione a chi lo segue di viverne in prima persona le avventure interpretando un eroico guerriero, abile ladro o borioso mercenario, di cui decidere le azioni e le parole.
Sean aveva già in passato dato la possibilità di scelta ai suoi lettori, facendo procedere un racconto come se fosse un libro gioco ma interpretando in prima persona la libertà è maggiore così come il rischio che il proprio personaggio non sia lì a godersi una lieta conclusione della sua avventura.
Lo scopo del progetto è proporre un prodotto sul genere delle gazzette di D&D della prima edizione italiana: un unico volumetto non troppo ingombrante che conterrà la professioni che chi gioca potrà scegliere di interpretare, informazioni di background sul luogo in cui sono nati i personaggi, su quello in cui si gioca e sugli usi e costumi (tutto con descrizioni tratte dalle cronache).
La parte di esclusiva consultazione per il Maestro di Gioco, che narrerà la storia e interpretarà i mostri e i personaggi non guidati da un giocatore, conterrà un piccolo bestiario con alcune delle fantastiche creature ideate da Sean e tutte quelle professioni più comuni che i personaggi potranno incontrare o affrontare durante le loro avventure e un'avventura introduttiva a con spunti per continuare a giocare e divertirsi.
Non posso che ringraziare ancora Sean per la sua disponibilità e per avermi ispirato l'idea del Quotidiano di cui sono molto fiero.

Grazie a te, Archmage!
Il mio ruolo in tutta questa faccenda è assolutamente passivo!
(e, ora, come disse il sempre saggio Mr. Wolf di tarantiniana memoria: Well, let's not start sucking each other's dicks quite yet. - che scritta in inglese sembra più colta)

Detto questo, credo che ormai non vi possano essere più dubbi nel merito di cosa sia questo progetto di "crossover" fra Midda's Chronicles e Ventura.
E se non ci sono più dubbi, credo che potrete tutti essere interessati a prendere visione della prima bella scheda offerta dal buon Archmage sul Quotidiano di Ventura!

Il Predone di Strada

Avete tutti riconosciuto, vero, a chi è ispirata questa scheda?!
Si tratta, ovviamente, del nostro caro guercio tranitha, ultimamente asceso al nuovo e più importante ruolo di El'Abeb (cfr. "Un villaggio sotto assedio")!

Thyres... quanto sono emozionato per tutto questo!!!

E ora via, verso nuove, straordinarie avventure, attendendo la pubblicazione di una nuova scheda!
Restate aggiornati qui, nel buon vecchio Diario, oppure sul Quotidiano di Ventura, oppure anche su Twitter (@seanmacmalcom oppure @QuotesFromMidda) per ulteriori aggiornamenti!

Grazie a tutti per l'attenzione...

domenica 17 luglio 2011

Midda incontra Ventura! (leggi: GdR)


V
i avevo promesso una grande novità per il mondo di Midda.
Vi avevo promesso una grande novità estranea al consueto Midda-network (Cronache, Diario, Enciclopedia... sigh... non fatemici pensare che altrimenti mi deprimo al pensiero di quanto sia poco curata).
Vi avevo promesso che, a tal riguardo, avreste saputo di più entro questo week-end.
Bene... ora è il week-end. E ora è giusto che ne sappiate di più!

Butto subito la bomba o prima una premessa?!
Vabbuò... dal momento in cui, in parte, la bomba è già nel titolo di questo post andiamo con ordine.
Anche se forse non tutti voi potrete credere di aver realmente compreso cosa io desiderassi intendere con quelle tre letterine tanto note quanto irreali associati al nome di Midda...

Sin dai primi mesi di vita di Midda's Chronicles, il sito/blog Tempi di Ventura, gestito dal bravissimo Archmage, aveva riservato particolare attenzione alle avventure della nostra mercenaria preferita, dedicandole diverso spazio con commenti sempre positivi e, ovviamente, sempre graditissimi.
Non tutti forse sanno che il nome di tale sito, in effetti, non ha da essere considerato fine a se stesso, dal momento in cui dietro a Ventura si cela un un meccanismo di gioco di ruolo assolutamente nuovo e innovativo, che non vuole tentare di "fare il verso" ad alcuno dei giochi attualmente esistenti e che, non diversamente da Midda's Chronicles, ha cercato nella rete e non in qualche formato cartaceo la propria occasione per essere conosciuto, apprezzato e diffuso.
Sempre dalla fervida fantasia di Archmage, e da, a suo dire, un mio personale intervento ispiratore (!!!), qualche mese fa era nato il nuovo blog Quotidiano di Ventura. In esso l'autore, seguendo l'esempio di costanza rappresentato da Midda's Chronicles (e qui si ritrova il discorso dell'intervento ispiratore del sottoscritto... troppa grazia!!!), ha iniziato a pubblicare con cadenza giornaliera materiale relativo al proprio sistema di gioco, Ventura, il quale, come ogni GdR che si rispetti, oltre a delle regole ha indubbiamente necessità di schede personaggi, armi, ambientazione, etc, etc, etc... immagino che, anzi, probabilmente ne saprete più voi di me!
Un impegno che, c'è da riconoscerlo, Archmage sta conducendo con serietà encomiabile, ormai da quasi 250 giorni, in una costanza ammirevole e lodabile, tale da far ben comprendere quanto sia realmente coinvolto dalla passione per il proprio progetto.
E proprio in prossimità a questo importante traguardo (che mi auguro possa essere il primo di molti altri), Archmage ha voluto coinvolgermi, seppur in maniera passiva (tutto il lavoro lo fa lui, sia chiaro!!!) in un nuovo progetto... un progetto nel quale, come da titolo, Midda incontra Ventura!

Vi sta iniziando a tornare un po' di più il discorso della grande sorpresa middica?!

Okay... parliamoci chiaro.
Vi piacciono le avventure di Midda? Vi appassiona il suo mondo, le sue creature, le sue imprese e tutto il resto? Sì?! Bene!
Vi piacciono i giochi di ruolo? Avete trascorso giorni e giorni bestemmiando dietro a un tiro di dadi sbagliato che vi ha fatto perdere la possibilità di vincere un combattimento di fondamentale importanza a D&D? Sì?! Bene!
Avete mai immaginato di poter fondere il diletto proprio delle avventure di Midda con quello per il GdR? No?! MALE!
Perché da oggi, o, per meglio dire, da domani e per non so quanto tempo (né, effettivamente, con quale frequenza) potrete trovare tutto ciò che occorre per vivere le vostre avventure nel mondo di Midda's Chronicles attraverso il meccanismo di gioco di Ventura!

Serve aggiungere altro?!
Ah... sì... il link al primo intervento a tema... e la raccomandazione a non perdere di vista né questo Diario, né il sito del Quotidiano di Ventura, per essere informati su tutte le nuove pubblicazioni a tal riguardo!

http://qdiv.blogspot.com/

Con un enorme grazie ad Archmage per aver rivolto tanto interesse, e tanta passione, a Midda e alle sue avventure!

mercoledì 13 luglio 2011

Novità in arrivo!


C
ome si suol dire, nella vita ci sono alti e bassi.
E, la nostra società fondata sui social network e sui reality show ci ha abituati a considerare come solo i momenti "alti" meritino di essere vissuti, mentre tutti i "bassi" ti rendono un perdente.

In conseguenza di quanto Midda's Chronicles ha ottenuto dall'11 gennaio 2008 (con quasi 1300 post di pubblicazione narrativa continuata), se pur, nei propri numeri e nelle soddisfazioni personali per il sottoscritto, possa essere sicuramente considerata incarnazione di un "alto", per molti potrebbe essere, al contrario, giudicato un "basso".
Parliamoci chiaramente, e con estremo pragmatismo: vi sono blog nei quali si raccontano i ca$i propri della vita dei loro proprietari che realizzano una media di visitatori giornalieri nell'ordine delle centinaia, mentre Midda's Chronicles, con i suoi quasi 27 racconti (o romanzi brevi?!...) completati, ha ottenuto picchi massimi nell'ordine della decina solo in giornate straordinarie e irripetibili. Inoltre, in un mondo ove vi sono autori esordienti che riescono a imporsi come cult ancora prima di aver scritto il proprio stesso libro, l'aver festeggiato il raggiungimento di 54 copie vendute dei tre libri, più un e-Book, delle Midda 's Chronicles potrebbe essere giudicato incredibilmente triste da parte mia (al di là di quanto triste, in molti, considerano a prescindere il self-publishing di Lulu.com).
Ciò nonostante, al di là di quanto chiunque potrebbe considerare ridicola l'affetto e l'entusiasmo da me rivolto quotidianamente in quest'opera, tali non solo da farla considerare un "basso" nella mia vita, ma addirittura un motivo di derisione per me, nulla toglie che per me Midda's Chronicles sia quanto di più "alto" riesca a immaginare sia accaduto nella mia vita negli ultimi tre anni. E non perché il resto è stato uno schifo... ma perché questa esperienza è stata, ed è, una fra le migliori che avrei mai potuto sperare di vivere.

Con totale indifferenza verso il giudizio della società dei social network e dei reality show, e con altrettanta indifferenza nel merito di qualunque dubbio addotto o adducibile nel merito di come io abbia da considerarmi (un povero sfigato, un wannabe, un cantastorie o uno scrittore di dubbie speranze), continuo quindi e comunque a confrontarmi ogni giorno con i nuovi episodi di una saga che spero potrà accompagnarmi ancora per molto, molto tempo, avendo già pianificato un primo arco narrativo formato da ben 41 racconti, un secondo arco narrativo di almeno altri 20 racconti, e poi un terzo ancora da definire nella propria durata.
Un bel "me ne frego" dentro al cuor... come cantavano i Fascisti su Marte di Guzzanti.

Tuttavia...

Malgrado ogni riflessione sugli alti e sui bassi, così come sulla mia personale indifferenza agli stessi, vi sono eventi che non possono evitare di offrirmi sincera soddisfazione, chiaro appagamento in quanto, comunque, non così anticonformista da disprezzare l'evidenza di un successo (piccolo o grande che venga considerato) quando mi viene presentata innanzi al naso.
E in questi anni molti sono stati questi eventi, a cominciare dall'affetto che, ogni giorno, mi è stato riconosciuto da parte degli amici della Locanda della Terra di Altrove, che sono arrivati a scrivere una meravigliosa prefazione al terzo libro di Midda; per proseguire con l'interesse dedicatomi da parte di FantasyMagazine, che negli ultimi due anni mi ha onorato con due articoli in occasione degli ultimi due anniversari dell'opera;... e molto altro ancora nell'elenco del quale non vi tedierò più del necessario!

Eventi ai quali, questo week-end, un nuovo e straordinario riconoscimento si affiancherà, da parte di un vecchio amico della rete che, già benevolo sostenitore di Midda's Chronicles fin dai suoi primi mesi di vita, ha deciso di rendere omaggio alla saga con qualcosa per me di incredibile, impredicibile e inimmaginabile fino a prima che egli stesso me ne facesse parola.
Per ora non aggiungo altro, se non l'invito a tenere d'occhio questa zona abitualmente poco frequentata del Midda-network. Non voglio rovinarvi la sorpresa prima del tempo!
Anzi... una cosa la dico. Alla luce di tutto questo, quanto mi sento in diritto di affermare, forse con eccessiva presunzione, è che a tre anni e mezzo dall'inizio del proprio cammino, Midda Bontor, Figlia di Marr'Mahew, possa essere considerata ormai un personaggio degno di rispetto, un personaggio che probabilmente non entrerà mai nella Storia come il suo più importante ispiratore, ma che, comunque, è riuscita a entrare nella vita di diverse persone, oltre che, ovviamente, nella mia, offrendo loro qualcosa... fosse anche "solo" un momento di svago...

Grazie a tutti e, soprattutto, grazie a Midda per tutto questo!