Midda's Chronicles - il Diario

lunedì 7 febbraio 2011

Midda's Chronicles... il film!


Attenzione
: nulla di quanto riportato qui a seguito ha da intendersi qual notizia seria o vagamente veritiera. Questo post nasce da un momento di ordinaria follia del sottoscritto. Se proprio volete, potete considerare tutto questo ai limiti di una fan fiction.

Quando ho iniziato la saga di Midda's Chronicles non avrei mai potuto immaginare di poter giungere a un momento simile.
Certo... è normale scherzare sulla possibilità che un proprio personaggio finisca al cinema: ma da scherzare a vederlo realmente divenire tale il passo è lungo. Immenso.

Eppure... così è veramente accaduto.


In passato ho letto interviste ad autori addirittura "indignati" dall'idea di un film tratto o ispirato a un proprio scritto, autori che, disdegnando l'idea che un personaggio cartaceo potesse essere trasferito su celluloide, per partito preso affermavano di non poter accettare o approvare un adattamento cinematografico di un proprio libro.
Ma... siamo sinceri.
Voi cosa avreste risposto se, sul cellulare, foste inaspettatamente stati contattati da un certo mr. Bruckheimer (impossibile elencare tutta la sua produzione cinematografica) desideroso di tradurre in film l'oggetto di tanto vostro impegno e dedizione?

Ovviamente, indubbiamente, inevitabilmente: signorsì, signore!

E così mr. Bruckheimer, o Jerry per gli amici, ottenuto il permesso di procedere, ha subito contattato il suo amico mr. Fuqua (Training Day, King Arthur), per chiedergli se potesse essere interessato a un bel film sword & sorcery.
Dopotutto i tempi sono particolarmente maturi, ove Marcus Nispel (Pathfinder) è già al lavoro su Conan, con Jason Momoa (Stargate: Atlantis), e Robert Rodriguez (devo veramente presentarlo?!) ha promesso di lavorare su Red Sonja, con Rose McGowan (Streghe).

Devo ammettere, per onestà intellettuale, che sono da sempre un fan dei film di Jerry Bruckheimer, ai quali è dedicato uno spazio d'onore nella mia collezione di DVD, e che quando ha proposto il nome di Antoine Fuqua non ho potuto evitare di restare con la bocca letteralmente spalancata: King Arthur, soprattutto in edizione Director's Cut, è un film che ho sempre giudicato eccezionale e l'idea che la stessa coppia di produttore/regista potesse essere interessata alla mia Midda non avrebbe potuto rendermi più che entusiasta!

Okay. Mento sapendo di mentina.
In effetti c'è stata una notizia che mi ha emozionato in misura ancora maggiore: la scelta del cast principale.
Piccola premessa: fra tutte le storie di Midda, per iniziare l'opera cinematografica Jerry e Antoine hanno giudicato ideale Alla deriva, il racconto nel quale la nostra eroina, a seguito di un naufragio, giunge priva di memoria su un'isoletta pacifica, nell'esatto momento in cui essa è stata presa d'assedio da spietati pirati. In quel racconto, come sicuramente ricorderete, Midda conquista l'appellativo di Figlia di Marr'Mahew (la dea della guerra del pantheon locale). E da questo particolare è derivato il titolo stesso del film: La figlia della Guerra.
Se avete sbirciato il poster promozionale qui sopra, vi sarete già accorti dei quattro importanti nomi lì riportati... ma siete anche riusciti ad associarli ai personaggi della storia?!

Beh. La protagonista appare quasi scontata nella propria associazione: Angelina Jolie.
Adoro Angelina Jolie (come probabilmente l'adora qualsiasi essere umano di sesso maschile), ma non solo in quanto donna, per il suo mero aspetto esteriore. In effetti, solo da quando ho visto Ragazze Interrotte ho iniziato a considerarla come attrice e a adorarla in quanto tale. Ciò nonostante, per quanto adori Angelina Jolie, devo sottolineare come non abbia mai associato l'immagine mentale di Midda a quella di Angie: non so perché... forse ho sempre cercato di pensare a un volto nuovo, per non cadere nello stereotipo.
Ma quando la scelta del regista è caduta su di lei non ho potuto evitare, ugualmente, di esultare. Anche perché, con la sua Lara Croft, ha ampiamente dimostrato tutta la propria prestanza fisica, tale da lasciarla essere più che idonea al ruolo di Midda.

E gli altri? Diane Keaton, David Morse e Anthony Hopkins... chi sono nella storia?!
In verità non dovrebbe essere così difficile individuarli, dal momento in cui non troppi sono i personaggi principali in quel racconto e considerando come tre fra loro sono estremamente giovani, è fra gli altri che si deve ricercare per trovare le corrette associazioni.
E così ecco che Diane Keaton (meravigliosa!) è stata scelta per offrire il proprio volto alla coraggiosa Cor-El, capitano della Har’Krys-Mar; David Morse (che mi è sempre piaciuto in ogni film in cui l'ho incrociato) darà corpo al buon Lafra Narzoi; mentre Anthony Hopkins (oh... cielo!!!) all'alcalde Hayton Kipons.

Insomma... non so ancora i nomi del resto del cast, ma già con questo poker credo proprio che posso affermare di aver sbancato!

E per quanto riguarda la colonna sonora?...
Ebbene sì. Questa è "colpa" mia. Ho insistito tanto con Jerry e lui, alla fine, ha accettato di provare a sentire la grandissima Annie Lennox. E lei ha accettato!
Un colpaccio incredibile, dal momento in cui, pensando alla voce di Midda, sopratutto quando canta, ammetto di aver sempre pensato a quella di Annie!
Accanto a lei, poi, sarà presente anche quel geniaccio di mr. Elfman... ultimo ma non meno importante in questo elenco di grandissimi nomi.

Che dire...?


Non vedo l'ora di poter andare alla premiere. Sinceramente non sto più nella pelle!
Ma cosa potrò indossare? Non sarò davvero costretto a mettere lo smoking, spero...

Attenzione: nulla di quanto riportato qui sopra ha da intendersi qual notizia seria o vagamente veritiera. Questo post nasce da un momento di ordinaria follia del sottoscritto. Se proprio volete, potete considerare tutto questo ai limiti di una fan fiction.

0 commenti: