Midda's Chronicles - il Diario

sabato 31 dicembre 2011

Un anno è andato via della mia vita,...


... g
ià vedo danzar l'altro che passerà.


Così canta Guccini e non trovo frase migliore da citare in questo 31 dicembre per salutare il 2011 che ci sta lasciando e accogliere il 2012 che sta arrivando.
Questo 2011 è stato, come già anche gli ultimi tre anni, un anno molto pieno, molto ricco, tanto per me quanto per Midda.
Se io, infatti, ho avuto modo di scrivere la mia consueta quota annuale di racconti, Midda ha avuto modo di vivere la sua consueta quota annuale di avventure... e anche disavventure, come il racconto in corso sta ampiamente dimostrando.
Ma se il 2011 è stato tanto pieno, che cosa dobbiamo aspettarci dall'imminente 2012?!

Beh... innanzitutto il quarto anniversario di Midda's Chronicles, fra meno di due settimane! Mica male per un'opera underground qual, comunque, è e sembra destinata a rimanere.
Quindi... tante, tante nuove avventure nel percorso che, lentamente (ma non troppo) ci condurrà fino al 41° racconto... il racconto che segnerà la conclusione del primo grande arco narrativo delle avventure della nostra mercenaria preferita. In verità, però, per questo traguardo dovremo attendere ancora fino al 2013. Con un po' di pazienza!
E poi... per Thyres... certamente nuovi libri cartacei, ove la ripubblicazione deluxe delle Cronache è ferma al 4° libro... e già altri tre stanno attendendo di essere revisionati e pubblicati ad arricchire le librerie di quei pochi, ma importanti, aficionados della nostra serie! Un impegno concreto, quello volto a tradurre in carta quanto attualmente solo virtuale, che almeno sino a quando qualche editore serio non si interesserà all'opera proseguirà ovviamente nelle vie già note.

Tutto questo, ancora, senza dimenticare l'impegno di tanta gente attorno al mondo di Midda Bontor e alle sue avventure, persone speciali come, per esempio, Giuliana Lagi, con le sue magnifiche illustrazioni, o Archmage e i compari di Ventura, che tanto impegno e tanta passione stanno spendendo per tradurre in GDR questo appassionante e meraviglioso mondo di cui io sono solo semplice cantore...
A loro, innanzitutto, e poi agli amici della Terra di Altrove, e, ovviamente, a tutti voi che state leggendo questo messaggio, non può che essere pertanto anche rivolta tutta la mia consueta, e sempre sincera, gratitudine per quanto stanno collaborando a realizzare!

Bon... prima di diventare nostalgico e sentimentale, non ho altro da dire se non... buona serata e un felice inizio di Anno Nuovo!
Per un 2012... spumeggiante!!!

domenica 25 dicembre 2011

A very Midda Christmas to all...


B
uon Natale!

Sì, perché anche se oggi la saga di Midda's Chronicles prosegue imperterrita e irrefrenabile nel proprio cammino, nulla deve essere tolto al fatto che sia Natale.
E quindi... buon Natale a tutti!

Quest'anno, per festeggiare, ho deciso di condividere un inatteso dono che Santa Claus mi ha lasciato sotto l'albero.
No. Mento. Non è stato Santa Claus. Lui aveva già così tante cose da portare in giro per il mondo che a questo bambinone non aveva proprio tempo da dedicare. Ma va bene così: io gli voglio bene sempre e comunque!
Eliminato - metaforicamente! - Santa Claus, e con lui tutti gli altri grandi interessati del Natale, non resta che ringraziare, per questo dono, colei che non solo l'ha concepito, ma lo ha anche realizzato facendomi una sorpresa che mai avrei potuto osare immaginare di trovare... Francesca "Niji" Resta!

Per chi non la conoscesse, Niji, a dispetto della propria giovane età, è già acclamata autrice di numerose copertine per per piccoli e grandi editori, fra i quali, come ricorda il sito Editio Princeps, Mondadori, Montag, Linee Infinite, Tanit Edizioni, Runde Taarn e 0111. Per maggiori informazioni sulle sue opere, non posso che rimandarvi al suo sito personale e, ovviamente, alla sua pagina su DeviantART, dove potrete ammirare e rimirare moltissimi suoi capolavori.

E proprio Niji, già cara amica nonché frequentatrice assidua della sempre piacevole Locanda della Terra di Altrove, quest'anno ha deciso di rallegrare il mio Natale con un dono esclusivo, come già vi stavo dicendo.
Un dono che, nel considerare il soggetto in questione, non posso fare a meno di voler condividere con voi tutti!


Ovviamente se cliccate sopra l'immagine, potete ammirarla a dimensione naturale, come merita di essere ammirata.
Insomma... che dire?! Grazie, grazie, grazie e ancora grazie a Niji.

E un augurio per un magnifico Natale a tutti voi!

P.S. e ora... vai con i ManOwaR!



giovedì 22 dicembre 2011

La scheda #003 di Ventura: Schermitore


A
mmettetelo tutti!
Dopo la scheda di settimana scorsa, dedicata al Lupo di Mare, nessuno fra voi avrebbe scommesso che il nostro bravissimo Archmage, del sito Ventura, sarebbe tornato tanto presto con una nuova scheda per l'ormai noto progetto di "crossover" fra Midda's Chronicles e il sistema GDR chiamato, per l'appunto, Ventura.
Eppure io vi avevo avvertito. Ricordo perfettamente di avervi detto che c'era già fermento attorno a nuovo materiale, a nuove schede... e ricordo perfettamente di avervi detto di non mettervi troppo comodi nell'attesa, perché presto sarebbe arrivato qualcosa di nuovo.
E così, direttamente dall'ottavo racconto delle nostre cronache, La corona perduta, ecco comparire la professione dello Schermidore, liberamente ispirata allo sventurato avversario nel confronto con il quale Midda non si volle dimostrare particolarmente tollerante. Leggere per credere!

Il personaggio in questione, all'epoca forse passato in sordina, non è sfuggito all'attenzione del bravo, bravissimo Archmage, il quale, come già per le altre professioni, è riuscito a estrarre dal personaggio caratteri e caratteristiche fondamentali, riadattandoli a un utilizzo in un contesto GDR, per permettere a chiunque di rivivere le incredibili avventure della nostra mercenaria preferita.
Una scelta, quella di Archmage, che non ha da considerarsi assolutamente banale, dal momento in cui, in effetti, quel personaggio passato all'epoca in sordina tornerà, prima o poi, a incrociare ancora una volta il cammino della Figlia di Marr'Mahew. E chissà che questa volta non si possa riservare un ruolo più incisivo. Dopotutto, il guercio tranitha insegna che non tutti i personaggi "minori" sono obbligatoriamente destinati a restare tali... non in un mondo quale quello delle nostre Cronache!

Detto questo, non mi resta altro da fare che invitarvi a correre sul Quotidiano di Ventura per leggere la nuova scheda... in attesa delle nuove, straordinarie sorprese che ci potranno essere riservate!

Buon divertimento!
E ovviamente un enorme grazie ad Archmage e ai suoi amici e collaboratori!

martedì 13 dicembre 2011

La scheda #002 di Ventura: Lupo di Mare


R
icordate ancora tutti, vero, l'interessantissimo progetto propostomi tempo fa dal bravissimo Archmage, del sito di Ventura?!
Ditemi di sì, ve ne prego. Non capita tutti i giorni di vedere la propria opera interessare a qualcun altro tanto da divenire oggetto di un GDR narrativo. E, ve lo giuro, l'idea non può fare a meno di entusiasmarmi, per quanto, lo ammetto, io non sia un gran giocatore di GDR.
Ai miei tempi, per gli amanti spassionati del fantasy (molti meno rispetto a oggi), c'era Heroquest e quello ci era sufficiente.

Ma non distraiamoci...

Archmage, come sicuramente ricorderete, da oltre un anno ha dato vita (lui dice addirittura in parte ispirato dalle stesse Midda's Chronicles) a un blog molto interessante collegato al suo progetto di Ventura, un blog nel quale, giorno dopo giorno, con lo stesso puntuale ritmo proprio degli episodi di Midda, proporre nuovo materiale utile a un master per dare vita a delle avventure con proprio sistema di gioco pressoché universale.
E proprio su questo Quotidiano di Ventura, come lo ha chiamato, lo scorso 18 luglio era stata pubblicata una prima scheda, quella in riferimento alla professione del Predone di Strada, liberamente ispirata al personaggio del guercio tranitha già co-protagonista del secondo racconto delle Cronache ("La città del peccato") e, successivamente, più volte ritornato in circolazione.
Oggi, dopo un certo periodo di attesa non fine a se stesso, ma utile a cercare solo il meglio per questo ambizioso progetto, Archmage ritorna in azione ancora una volta per Midda, presentando una seconda scheda di professione, questa volta dedicata al... Lupo di Mare!

Sì... neanche a farlo apposta, Archmage ha proposto una scheda del genere in contemporanea all'avventura che, in questi giorni, sta proponendo il tanto atteso ritorno della Jol'Ange un tempo appartenuta al capitano Salge Tresand, al quale, palesemente, questa professione risulta liberamente ispirata.

Salge Tresand era comparso per la prima volta nel terzo racconto della saga ("Gli spettri della nave"), finendo per essere purtroppo prematuramente vittima di un traditore presente all'interno del proprio equipaggio.
Successivamente, e più recentemente, Salge è tornato alla ribalta, in una versione più giovanile di se stesso, nell'importantissimo ventiseiesimo racconto ("La canzone di Midda"), nel quale si narra non solo l'origine della nostra mercenaria preferita, ma anche il suo primo incontro con Salge e, ovviamente, l'origine della Jol'Ange, la goletta tanto cara alla nostra eroina e purtroppo dalla medesima bandita per effetto delle minacce della propria crudele nemesi (niente spoiler, nel caso siate indietro con la narrazione).
E proprio in questi giorni, per quanto Salge non compaia in maniera esplicita, la sua ombra si sta comunque avvertendo nel racconto attualmente in corso ("Il nemico del mio nemico"), dal momento che, dopo tanta, tantissima attesa, finalmente la Jol'Ange ha, per l'appunto, fatto il proprio ritorno in scena. E che ritorno!

Insomma... Archmage ha casualmente tenuto nel cassetto questa scheda (che io avevo già avuto modo di leggere a luglio) solo per pubblicarla nel momento migliore!
Complimentoni per il tuo tempismo, vecchio mio!!!

E ancora grazie per il tuo impegno...

Siete ancora qui?!
Su, su... non fatevi pregare e godetevi la splendida scheda del Lupo di Mare!

domenica 4 dicembre 2011

Arriva "La sfida del sapiente (e altre storie)"


M
iei affezionati amici,

l'11 gennaio 2009, a un anno esatto dall'inizio della saga online di Midda's Chronicles, veniva annunciata l'uscita del primo volume cartaceo, entro le pagine del quale, in una forma riveduta e corretta, sarebbero stati riproposti i primi sei mesi di pubblicazione online. Una scelta, la mia, di carattere personale ancor prima che commerciale, nel desiderio di poter vedere, presente sullo scaffale innanzi ai miei occhi, quel libro entro cui tanta passione, tanto impegno avevo posto, se pur, con il senno di poi, con uno stile che avrebbe potuto ancora migliorare, in una considerazione, dopotutto, valida per molti "primi libri".
E quello, Il tempio nella palude (e altre storie), si volle imporre effettivamente qual primo libro, venendo immediatamente seguito da un secondo volume, pubblicato l'11 novembre 2009: Condannata (e altre storie). Una volontà, quella in tal modo espressa, che aveva previsto la pubblicazione cartacea delle avventure di Midda con due volumi all'anno, tali da mantenere una distanza costante fra la produzione online e tale revisione. Un proposito, per quanto buono, che purtroppo già lo scorso anno si era dimostrato difficile da mantenere, trovando il terzo libro della saga, Il collezionista di sassi (e altre storie), offerto al pubblico a più di un anno di distanza dal precedente, l'11 dicembre 2010.
Ormai è trascorso un altro anno e, per le medesime ragioni già valse nel 2010, anche in questo 2011 solo un nuovo volume di Midda's Chronicles è stato revisionato e corretto, definendo, mio malgrado, un divario insanabile fra la pubblicazione online - ormai giunta all'ottavo libro - e quella cartacea. Poco male. Laddove (s)fortunatamente non ho da rendere conto ad alcun editore, sempre ammesso che un ipotetico editore si fosse dichiarato interessato a proporre ben due volumi all'anno per cinque anni, posso ancora concedermi i tempi che più mi aggradano, in (speranzosa) attesa del momento in cui dovrò anche io rendere conto a qualcuno.

Eccomi qui, pertanto, a un anno di distanza da Il collezionista di sassi (e altre storie), ad annunciarvi l'imminente uscita de La sfida del sapiente (e altre storie), prevista per l'11 dicembre 2011.
Come di consueto, questo quarto volume conterrà un intero semestre di avventure aventi qual protagonista Midda Bontor, quattro nuovi racconti che, spero, non mancheranno di sorprendervi ed entusiasmarvi nella lettura delle sue imprese. Il semestre in questione è, ovviamente, il secondo del 2009, e i racconti designati sono, in ordine:
014 - La sfida del sapiente
015 - La piramide nera
016 - Colpa e riscatto
017 - Memento mori
per un totale di 679 pagine corredate da ben 16 meravigliose tavole e un'ormai consueta mappa, utile a meglio apprezzare la dislocazione geografica dei vari scenari coinvolti, immancabilmente frutto della sempre migliore mano di Giuliana Lagi - la cui gallery personale potrete trovare su DeviantART all'indirizzo http://middaschronicles.deviantart.com/

Nel non voler approfittare eccessivamente della vostra attenzione, concludo questo necessario annuncio sottolineando come, ovviamente, anche questo quarto volume, al pari dei precedenti, ha da intendersi collegato alla consueta iniziativa di beneficenza che, grazie all'intermediazione di Yeshe Norbu - Appello per il Tibet o.n.l.u.s., vedrà devoluti tutti i miei guadagni personali - 1 € per ogni copia venduta - in favore dei bambini dei Tibetan Children's Villages.
Un piccolo gesto, sicuramente... al quale, però, non desidero rinunciare.

Grazie a tutti per l'affetto che, in questi ormai quattro anni, avete voluto riconoscere alla mia umile opera...

Sean MacMalcom

venerdì 25 novembre 2011

Midda's Chronicles sbarca su deviantArt


Q
uesto è un periodo particolarmente confuso per me.
Non per qualche metaforica questione emotiva, psicologica o spirituale, quanto piuttosto per ragioni meramente fisiche!
Un sacco di cose da fare e pochissimo tempo per farle...

Per esempio: è da oltre un mese che dovrei scrivere un bel post per annunciare il quarto libro di Midda's Chronicles, La sfida del sapiente (e altre storie), in uscita il prossimo 11 dicembre, e non ho ancora avuto il tempo di mettermici dietro.
O, ancora, è da alcuni giorni che dovrei scrivere un articoletto riguardante lo sbarco di Midda's Chronicles anche Google+, con una pagina dedicata a metà strada fra il fantastico mondo di Twitter e il meno entusiasmante di Facebook.
Questo senza considerare tutto il resto della mia vita, esterna a Midda (... che non è molta, ma un pochetto c'è!).

Al di là di tutto questo, però, ritengo corretto riservarmi un minutino di tempo per annunciare un reboot (il secondo) della nostra sezione artistica, che giunge così alla sua terza, e spero definitiva, forma.
Per chi non se lo ricordasse, tempo fa, accanto a un wiki non propriamente aggiornato (cfr. sempre mancanza di tempo!) aveva visto la luce anche una gallery dedicata alle stupende illustrazioni di Giuliana Lagi. Gallery che, tuttavia, non aveva visto riscosso grande successo e, con il tempo, non era più stata aggiornata.
Dopo un annetto circa, nella speranza di riuscire a offrirle maggiore visibilità, ho ristrutturato l'intera questione annettendola al wiki. Annessione che, per quanto credo ben organizzata, non è riuscita a riservarsi maggiore successo rispetto alla prima iniziativa.
Ed eccoci, pertanto, finalmente arrivati a questo terzo tentativo... che, mi e vi prometto, non finirà nel dimenticatoio come i precedenti!

In questa terza occasione, a offrire il giusto spazio all'opera della nostra artista preferita, è subentrato il social network più famoso in questo particolare settore, deviantArt!
Ecco, quindi, che le immagini inedite (e non solo) delle pubblicazioni cartacee di Midda (e non solo), raggiungono finalmente l'occasione di godere di una vetrina più "seria" a questo nuovo e importante indirizzo che, già da due giorni, ha sostituito fra quelli qui sopra la precedente gallery autonoma...

http://middaschronicles.deviantart.com/

Che altro dire se non... non perdetela?! Niente!
Quindi... non perdetela!

Già molto splendido materiale è lì in vostra attesa!

sabato 19 novembre 2011

L'ottavo libro di Midda...


N
o. Non avete sbagliato a leggere.
Sì. C'è proprio scritto "ottavo", non "quarto".
No. Non sono impazzito.
Sì. Ora mi spiego...

Con l'episodio pubblicato oggi, "Menzogna e fiducia", ventinovesimo racconto delle Cronache, raggiunge la propria naturale conclusione, in un cliffhanger, come direbbe qualcuno, decisamente insolito per la nostra saga.
Ma, come per molte altre cose, anche per questo c'è una prima volta... e una prima volta decisamente degna di nota, dal momento in cui, oltre a lasciare "interrompere" l'evoluzione degli eventi in un momento tanto grave, tale interruzione, in un prossimo futuro, corrisponderà anche alla fine del settimo volume cartaceo. E, per coloro che non stanno seguendo la saga online, l'attesa per l'ottavo spero non sarà priva di emozioni!

Per voi che, invece, seguite quotidianamente, o quasi, le avventure di Midda online, il proseguo della storia arriverà quasi subito. Quasi perché, a partire da domani e per i prossimi tre giorni, sarà pubblicato un raccontino breve dal titolo "Sangue nelle tenebre", uno speciale utile a farci comprendere come Midda non sia assolutamente rimasta in ozio nei lunghi mesi spesi da Carsa per infiltrarsi nelle schiere della propria gemella.
Tale racconto, in verità, non era stato concepito per essere pubblicato per la prima volta su questo blog, quanto, piuttosto, nella speranza di finire pubblicato su Fantasy Magazine, edizione cartacea. Purtroppo per me, nel confronto con un limite estremamente restrittivo di caratteri, e nella volontà di poter, comunque, proporre una storia come molte altre di Midda, mi sono ritrovato costretto a scrivere, in effetti, più un'introduzione a una storia che una storia vera e propria. E per questa ragione, immagino, non sono riuscito ad attrarre l'interesse dei giudici in questione.
Poco male! Il racconto, essendo comunque stato concepito in continuity, verrà quindi presentato a partire da domani attraverso il solito, consueto canale middico, imponendo un breve intervallo fra il ventinovesimo e il trentesimo racconto delle Cronache, con la ripresa della narrazione alla continuity presente a partire da mercoledì 23 novembre 2011.

In attesa del trentesimo racconto di Midda, primo dell'ottavo libro cartaceo, pertanto, non posso evitare di offrirvi un piccolo omaggio nella speranza che mi possiate perdonare per avervi costretto a questo finale sospeso.
E quindi, per tutti i vostri desktop, ecco un esclusivo sfondo ritraente Midda e Nissa Bontor!


Un must da non perdere...

mercoledì 2 novembre 2011

Nuova serata nella Terra di Altrove...


E
bbene sì. La Locanda della Terra di Altrove ha colpito un'altra volta.

Come se non fosse stato sufficiente l'affetto già dimostratomi nella notte dei tempi nell'accogliermi quale un autore "serio", come se non fosse stato sufficiente l'affetto già dimostratomi lo scorso anno nel scrivere una magnifica prefazione al terzo volume di Midda's Chronicles, come se non fosse stato sufficiente un po' tutto l'affetto che sempre mi hanno offerto...
... ieri sera hanno voluto invitarmi a partecipare a una piacevolissima serata evento in compagnia di Loredana La Puma, promettente autrice per La Penna Blu edizioni!

Che dire?!

E' stata una serata veramente piacevole, ricca di domande molto interessanti che hanno cercato di analizzare la nostra cara Midda sotto molteplici punti di vista, nonché di saperne di più nel merito del quarto volume, in uscita l'11 dicembre 2011!

Un esempio?!

November 1, 2011 - 22:56 Yui, vai!
November 1, 2011 - 22:57 yui00 Ribaltamento dei ruoli! Cosa farebbero Elli e Midda se fossero cattive?
November 1, 2011 - 22:59 elli Beh, se Elli fosse cattiva sarebbe un bel problema, visti i suoi poteri... :P
November 1, 2011 - 22:59 elli per fortuna è buona! XD
November 1, 2011 - 22:59 seanmacmalcom beh... non è che Midda sia uno stinco di santo nel confronto con i nostri parametri. Cioè... rendiamoci conto: per lei l`omicidio e la strage sono all`ordine del giorno. Il furto non è considerabile un reato se qualcuno ti paga per farlo... ed è arrivata anche ad accettare di rapire una giovane donna (cfr. "La sposa del sultano"). Direi che se anceh fosse "cattiva" non farebbe nulla di diverso da quello che già fa... magari uccidendo più spesso di quanto già non uccida... :)

E ancora...

November 1, 2011 - 22:05 Gio!
November 1, 2011 - 22:05 seanmacmalcom osserva il microfono rimbalzare...
November 1, 2011 - 22:05 gio allora grazie, io sono molto curiosa a proposito del tuo prossimo libro. a che punto è il nuovo volume, quando potremo leggerlo?
November 1, 2011 - 22:07 elli il nuovo volume è quasi finito, mancano gli ultimi capitoli. Sul quando, sicuramente nel 2012, perché dopo che l`avrò consegnato all`editore ci sarà da lavorarci su! :P
November 1, 2011 - 22:07 gio ovviamente il singolare va sdoppiato
November 1, 2011 - 22:08 seanmacmalcom allora... volendo intendere in senso di stesura, il libro è stato scritto circa due anni fa... =P attualmente sto finendo di scrivere il 7°... quindi il problema non è la stesura. La vera questione è la revisione e correzione, che prevede diverse fasi molto faticose e impegnative per dare il meglio del meglio ai lettori (o, almeno, per sperare di darlo). Dovrei concludere l`ultima delle fasi di revisione del 4° libro domenica prossima... e subito ne ordinerò una copia per vedere come viene. In questo dovrebbe arrivarmi entro dicembre, dandomi la possibilità di metterlo in vendita l`11 dicembre (scelgo sempre l`11 del mese per ragioni storiche)

Insomma... un enorme grazie ai Viandanti della Terra di Altrove per la loro sempre straordinaria ospitalità e affettuosa amicizia!

E se avete curiosità di saperne di più su quanto è avvenuto ieri... leggete qui!

lunedì 26 settembre 2011

So long, mr. Bonelli...


E
sistono persone che, in grazia al loro contributo umanistico, non possono non essere piante nel momento in cui ci dicono addio.
Grandi scrittori, disegnatori, musicisti, cantanti, attori, registi... i quali, sebbene mai incontrati di persona in tutta la propria esistenza, sono riusciti, con il proprio lavoro, il proprio impegno in quanto per loro stessi innanzitutto passione, a influenzare le nostre vite, a esserci vicino molto più di molte altre persone a noi più o meno fisicamente prossime.
Quando una di queste persone viene a mancare, uno di questi grandi Maestri ci lascia per sempre, si è soliti rimpiangere la mancata occasione di averli incontrati, fosse semplicemente mischiati in una grande folla a una qualche manifestazione pubblica, fosse, altresì e meno banalmente, per un contatto maggiore, un caffé insieme, quattro chiacchiere e, chissà, magari un'amicizia.

Oggi l'umanità, e l'Italia in particolare, ha irrimediabilmente perduto un altro di questi grandi uomini, un nome che spero nessuno entro i confini del nostro Paese possa permettersi di ignorare. E io, che pur all'inizio non desideravo credere a tutto questo, e che mi sono sentito serrare la gola per il dispiacere di simile notizia, non ho invidiato coloro che hanno avuto la possibilità di conoscere personalmente Sergio Bonelli a.k.a. Guido Nolitta. Perché, se già tanto è il senso di smarrimento che provo innanzi a una simile, tragica notizia, impossibile è per me immaginare lo stato d'animo di chi ha avuto un rapporto reale con lui, con chi ha avuto occasione di conoscerlo come persona, e non solo come un grande autore e un grande editore italiano.

A mr. Bonelli tutta la mia gratitudine per i sogni che ci ha voluto donare in questi lunghi, lunghi, lunghi anni.
E a tutti coloro che hanno avuto la possibilità di godere della sua compagnia, il mio più sincero cordoglio per il loro dolore.

So long...

mercoledì 10 agosto 2011

Estate 1911... ehm... 2011!


E'
stata dura, ma anche quest'anno ce l'ho fatta!!!

A differenza dello scorso anno, a luglio non sono riuscito a portarmi avanti con la stesura di nuovi episodi, utili a coprirmi, tramite la pubblicazione automatica, il periodo estivo e a concedermi tre settimane in moto.
Impegnandomi, tuttavia, a testa bassa in questa prima settimana di ferie, con la scrittura di almeno tre episodi al giorno, sono riuscito a coprirmi fino al 1° settembre... un periodo di sicurezza sufficientemente largo, considerando come, comunque, già il 22 agosto dovrò essere nuovamente al lavoro!

Detto questo, da domani sino a data da definirsi (presumibilmente il 17 agosto), il sottoscritto non sarà più raggiungibile, in quanto impegnato a vagare alla ricerca di nuove avventure in compagnia di Dulcinea (la mia moto) e, manco a dirlo, di Midda (sempre presente nel mio cuoricino!!!). Un periodo di volontario distacco dal computer e dalla rete utile a ripulirmi il sangue e rischiararmi le idee in preparazione alla ripresa dell'attività lavorativa e dei classici ritmi di tutti i giorni...

Come già lo scorso anno, tuttavia, Midda's Chronicles non andrà assolutamente in vacanza!!!
Già da due giorni, in effetti, è partita la pubblicazione automatica degli episodi... e, grazie a questa meravigliosa feature di Blogger, la narrazione delle avventure di Midda potrà proseguire ininterrotta e puntuale con la medesima cadenza quotidiana che l'ha distinta dall'11 gennaio 2008.

Insomma... tanti saluti e baci!


E ci si rivede fra una settimana... giorno più, giorno meno!

lunedì 8 agosto 2011

1300 episodi!


Serve dire altro?!
...

Sì... una cosa sì!
Grazie a tutti voi!!!

domenica 7 agosto 2011

Notizie dalla Terra di Altrove - N. 1


E'
con non poco orgoglio che mi accingo a presentarvi l'ultimo prodotto della creatività e della fantasia dei viandanti amici della Terra di Altrove, iniziativa nel lanciare la proposta della quale, lo ammetto, ho avuto un certo ruolo, ma per la riuscita finale della quale non mi voglio arrogare alcun vanto, avendo io stesso contribuito ben poco, malgrado un supposto ruolo (per la prima e ultima volta) come Redattore Capo...

Si tratta, come forse potrete aver già intuito dal nome, di una fanzine, che, in un epoca di blog et similia, è stata concepita in tutto e per tutto come una rivista da sfogliare, per quanto virtuale!

A questo punto, non mi resta altro da fare se non l'augurarvi una buona lettura, sperando che tutto ciò vi possa essere di intrattenimento...

lunedì 18 luglio 2011

La scheda #001 di Ventura: Predone di Strada


S
pero bene che nessuno abbia dubbi sul titolo di questo post.
In caso contrario, ciò significherebbe che non avete considerato quanto ho scritto ieri... e questo è veramente male! Molto male malerrimo!!!
D'accordo... siccome oggi mi sento di buon umore (come non esserlo quando succedono questo genere di cose?!), vi concedo cinque minuti per rimettervi in pari.

Fatto?!
Ottimo!

Avete per caso dato un occhio ai commenti in coda?!
Azz... no? Okay... no problemo!
Sempre perché oggi mi sento di buon umore, ve lo riporto in chiaro qui a seguito.
Si tratta di poche, importanti righe scritte per mano dello stesso Archmage, a presentazione della sua visione sull'opera a cui ha dato così origine:

Il progetto lo ammetto è abbastanza ambizioso e di lunga scadenza, ma il mondo di Midda si arricchisce ogni giorno e sarebbe davvero un peccato non dare l'occasione a chi lo segue di viverne in prima persona le avventure interpretando un eroico guerriero, abile ladro o borioso mercenario, di cui decidere le azioni e le parole.
Sean aveva già in passato dato la possibilità di scelta ai suoi lettori, facendo procedere un racconto come se fosse un libro gioco ma interpretando in prima persona la libertà è maggiore così come il rischio che il proprio personaggio non sia lì a godersi una lieta conclusione della sua avventura.
Lo scopo del progetto è proporre un prodotto sul genere delle gazzette di D&D della prima edizione italiana: un unico volumetto non troppo ingombrante che conterrà la professioni che chi gioca potrà scegliere di interpretare, informazioni di background sul luogo in cui sono nati i personaggi, su quello in cui si gioca e sugli usi e costumi (tutto con descrizioni tratte dalle cronache).
La parte di esclusiva consultazione per il Maestro di Gioco, che narrerà la storia e interpretarà i mostri e i personaggi non guidati da un giocatore, conterrà un piccolo bestiario con alcune delle fantastiche creature ideate da Sean e tutte quelle professioni più comuni che i personaggi potranno incontrare o affrontare durante le loro avventure e un'avventura introduttiva a con spunti per continuare a giocare e divertirsi.
Non posso che ringraziare ancora Sean per la sua disponibilità e per avermi ispirato l'idea del Quotidiano di cui sono molto fiero.

Grazie a te, Archmage!
Il mio ruolo in tutta questa faccenda è assolutamente passivo!
(e, ora, come disse il sempre saggio Mr. Wolf di tarantiniana memoria: Well, let's not start sucking each other's dicks quite yet. - che scritta in inglese sembra più colta)

Detto questo, credo che ormai non vi possano essere più dubbi nel merito di cosa sia questo progetto di "crossover" fra Midda's Chronicles e Ventura.
E se non ci sono più dubbi, credo che potrete tutti essere interessati a prendere visione della prima bella scheda offerta dal buon Archmage sul Quotidiano di Ventura!

Il Predone di Strada

Avete tutti riconosciuto, vero, a chi è ispirata questa scheda?!
Si tratta, ovviamente, del nostro caro guercio tranitha, ultimamente asceso al nuovo e più importante ruolo di El'Abeb (cfr. "Un villaggio sotto assedio")!

Thyres... quanto sono emozionato per tutto questo!!!

E ora via, verso nuove, straordinarie avventure, attendendo la pubblicazione di una nuova scheda!
Restate aggiornati qui, nel buon vecchio Diario, oppure sul Quotidiano di Ventura, oppure anche su Twitter (@seanmacmalcom oppure @QuotesFromMidda) per ulteriori aggiornamenti!

Grazie a tutti per l'attenzione...

domenica 17 luglio 2011

Midda incontra Ventura! (leggi: GdR)


V
i avevo promesso una grande novità per il mondo di Midda.
Vi avevo promesso una grande novità estranea al consueto Midda-network (Cronache, Diario, Enciclopedia... sigh... non fatemici pensare che altrimenti mi deprimo al pensiero di quanto sia poco curata).
Vi avevo promesso che, a tal riguardo, avreste saputo di più entro questo week-end.
Bene... ora è il week-end. E ora è giusto che ne sappiate di più!

Butto subito la bomba o prima una premessa?!
Vabbuò... dal momento in cui, in parte, la bomba è già nel titolo di questo post andiamo con ordine.
Anche se forse non tutti voi potrete credere di aver realmente compreso cosa io desiderassi intendere con quelle tre letterine tanto note quanto irreali associati al nome di Midda...

Sin dai primi mesi di vita di Midda's Chronicles, il sito/blog Tempi di Ventura, gestito dal bravissimo Archmage, aveva riservato particolare attenzione alle avventure della nostra mercenaria preferita, dedicandole diverso spazio con commenti sempre positivi e, ovviamente, sempre graditissimi.
Non tutti forse sanno che il nome di tale sito, in effetti, non ha da essere considerato fine a se stesso, dal momento in cui dietro a Ventura si cela un un meccanismo di gioco di ruolo assolutamente nuovo e innovativo, che non vuole tentare di "fare il verso" ad alcuno dei giochi attualmente esistenti e che, non diversamente da Midda's Chronicles, ha cercato nella rete e non in qualche formato cartaceo la propria occasione per essere conosciuto, apprezzato e diffuso.
Sempre dalla fervida fantasia di Archmage, e da, a suo dire, un mio personale intervento ispiratore (!!!), qualche mese fa era nato il nuovo blog Quotidiano di Ventura. In esso l'autore, seguendo l'esempio di costanza rappresentato da Midda's Chronicles (e qui si ritrova il discorso dell'intervento ispiratore del sottoscritto... troppa grazia!!!), ha iniziato a pubblicare con cadenza giornaliera materiale relativo al proprio sistema di gioco, Ventura, il quale, come ogni GdR che si rispetti, oltre a delle regole ha indubbiamente necessità di schede personaggi, armi, ambientazione, etc, etc, etc... immagino che, anzi, probabilmente ne saprete più voi di me!
Un impegno che, c'è da riconoscerlo, Archmage sta conducendo con serietà encomiabile, ormai da quasi 250 giorni, in una costanza ammirevole e lodabile, tale da far ben comprendere quanto sia realmente coinvolto dalla passione per il proprio progetto.
E proprio in prossimità a questo importante traguardo (che mi auguro possa essere il primo di molti altri), Archmage ha voluto coinvolgermi, seppur in maniera passiva (tutto il lavoro lo fa lui, sia chiaro!!!) in un nuovo progetto... un progetto nel quale, come da titolo, Midda incontra Ventura!

Vi sta iniziando a tornare un po' di più il discorso della grande sorpresa middica?!

Okay... parliamoci chiaro.
Vi piacciono le avventure di Midda? Vi appassiona il suo mondo, le sue creature, le sue imprese e tutto il resto? Sì?! Bene!
Vi piacciono i giochi di ruolo? Avete trascorso giorni e giorni bestemmiando dietro a un tiro di dadi sbagliato che vi ha fatto perdere la possibilità di vincere un combattimento di fondamentale importanza a D&D? Sì?! Bene!
Avete mai immaginato di poter fondere il diletto proprio delle avventure di Midda con quello per il GdR? No?! MALE!
Perché da oggi, o, per meglio dire, da domani e per non so quanto tempo (né, effettivamente, con quale frequenza) potrete trovare tutto ciò che occorre per vivere le vostre avventure nel mondo di Midda's Chronicles attraverso il meccanismo di gioco di Ventura!

Serve aggiungere altro?!
Ah... sì... il link al primo intervento a tema... e la raccomandazione a non perdere di vista né questo Diario, né il sito del Quotidiano di Ventura, per essere informati su tutte le nuove pubblicazioni a tal riguardo!

http://qdiv.blogspot.com/

Con un enorme grazie ad Archmage per aver rivolto tanto interesse, e tanta passione, a Midda e alle sue avventure!

mercoledì 13 luglio 2011

Novità in arrivo!


C
ome si suol dire, nella vita ci sono alti e bassi.
E, la nostra società fondata sui social network e sui reality show ci ha abituati a considerare come solo i momenti "alti" meritino di essere vissuti, mentre tutti i "bassi" ti rendono un perdente.

In conseguenza di quanto Midda's Chronicles ha ottenuto dall'11 gennaio 2008 (con quasi 1300 post di pubblicazione narrativa continuata), se pur, nei propri numeri e nelle soddisfazioni personali per il sottoscritto, possa essere sicuramente considerata incarnazione di un "alto", per molti potrebbe essere, al contrario, giudicato un "basso".
Parliamoci chiaramente, e con estremo pragmatismo: vi sono blog nei quali si raccontano i ca$i propri della vita dei loro proprietari che realizzano una media di visitatori giornalieri nell'ordine delle centinaia, mentre Midda's Chronicles, con i suoi quasi 27 racconti (o romanzi brevi?!...) completati, ha ottenuto picchi massimi nell'ordine della decina solo in giornate straordinarie e irripetibili. Inoltre, in un mondo ove vi sono autori esordienti che riescono a imporsi come cult ancora prima di aver scritto il proprio stesso libro, l'aver festeggiato il raggiungimento di 54 copie vendute dei tre libri, più un e-Book, delle Midda 's Chronicles potrebbe essere giudicato incredibilmente triste da parte mia (al di là di quanto triste, in molti, considerano a prescindere il self-publishing di Lulu.com).
Ciò nonostante, al di là di quanto chiunque potrebbe considerare ridicola l'affetto e l'entusiasmo da me rivolto quotidianamente in quest'opera, tali non solo da farla considerare un "basso" nella mia vita, ma addirittura un motivo di derisione per me, nulla toglie che per me Midda's Chronicles sia quanto di più "alto" riesca a immaginare sia accaduto nella mia vita negli ultimi tre anni. E non perché il resto è stato uno schifo... ma perché questa esperienza è stata, ed è, una fra le migliori che avrei mai potuto sperare di vivere.

Con totale indifferenza verso il giudizio della società dei social network e dei reality show, e con altrettanta indifferenza nel merito di qualunque dubbio addotto o adducibile nel merito di come io abbia da considerarmi (un povero sfigato, un wannabe, un cantastorie o uno scrittore di dubbie speranze), continuo quindi e comunque a confrontarmi ogni giorno con i nuovi episodi di una saga che spero potrà accompagnarmi ancora per molto, molto tempo, avendo già pianificato un primo arco narrativo formato da ben 41 racconti, un secondo arco narrativo di almeno altri 20 racconti, e poi un terzo ancora da definire nella propria durata.
Un bel "me ne frego" dentro al cuor... come cantavano i Fascisti su Marte di Guzzanti.

Tuttavia...

Malgrado ogni riflessione sugli alti e sui bassi, così come sulla mia personale indifferenza agli stessi, vi sono eventi che non possono evitare di offrirmi sincera soddisfazione, chiaro appagamento in quanto, comunque, non così anticonformista da disprezzare l'evidenza di un successo (piccolo o grande che venga considerato) quando mi viene presentata innanzi al naso.
E in questi anni molti sono stati questi eventi, a cominciare dall'affetto che, ogni giorno, mi è stato riconosciuto da parte degli amici della Locanda della Terra di Altrove, che sono arrivati a scrivere una meravigliosa prefazione al terzo libro di Midda; per proseguire con l'interesse dedicatomi da parte di FantasyMagazine, che negli ultimi due anni mi ha onorato con due articoli in occasione degli ultimi due anniversari dell'opera;... e molto altro ancora nell'elenco del quale non vi tedierò più del necessario!

Eventi ai quali, questo week-end, un nuovo e straordinario riconoscimento si affiancherà, da parte di un vecchio amico della rete che, già benevolo sostenitore di Midda's Chronicles fin dai suoi primi mesi di vita, ha deciso di rendere omaggio alla saga con qualcosa per me di incredibile, impredicibile e inimmaginabile fino a prima che egli stesso me ne facesse parola.
Per ora non aggiungo altro, se non l'invito a tenere d'occhio questa zona abitualmente poco frequentata del Midda-network. Non voglio rovinarvi la sorpresa prima del tempo!
Anzi... una cosa la dico. Alla luce di tutto questo, quanto mi sento in diritto di affermare, forse con eccessiva presunzione, è che a tre anni e mezzo dall'inizio del proprio cammino, Midda Bontor, Figlia di Marr'Mahew, possa essere considerata ormai un personaggio degno di rispetto, un personaggio che probabilmente non entrerà mai nella Storia come il suo più importante ispiratore, ma che, comunque, è riuscita a entrare nella vita di diverse persone, oltre che, ovviamente, nella mia, offrendo loro qualcosa... fosse anche "solo" un momento di svago...

Grazie a tutti e, soprattutto, grazie a Midda per tutto questo!

venerdì 29 aprile 2011

Impressionanti coincidenze...


... o
ssia: guarda come ti sfregio il barbaro!

Non è un mistero che tutta la mia opera nelle Midda's Chronicles, sin dal primo giorno, abbia cercato riferimento nell'opera di colui che vorrei poter chiamare Maestro ma del cui onore non sono ovviamente degno: Robert Ervin Howard. Quale opera sword & sorcery, dopotutto, non potrebbe essere altrimenti, dal momento in cui l'intero genere esiste solo in grazia di Howard e dei suoi personaggi che, a oltre un secolo di distanza dalla sua nascita, continuano a far sognare molti lettori. Personaggi come Kull di Valusia, Solomon Kane o, primo fra tutti per indiscussa fama, Conan il Cimmero.
E proprio a Conan, e a Howard, non a caso, ho voluto strizzare l'occhio in un riferimento esplicito nell'episodio speciale (e fuori continuity) scritto per festeggiare il traguardo delle mille pubblicazioni quotidiane.

Data una tale premessa, credo abbia da essere ritenuto inevitabile, da parte mia, un sincero interesse nei riguardi del nuovo (e speriamo migliore) film dedicato al barbaro più famoso di tutti i tempi, film che uscirà in 3D la prossima estate in U.S.A., diretto dal regista di Pathfinder, Marcus Nispel, e con protagonista principale Jason Momoa, che gli appassionati (come me) di Stargate: Atlantis ricorderanno certamente nel ruolo di Ronon.

Questa sera, leggiucchiando FantasyMagazine, trovo una notizia a tema che non può evitare di attirare la mia attenzione: una nuova immagine (finora rilasciate con il contagocce) e un teaser trailer che, prima, mi era sfuggito.
Guardate un po' il teaser trailer e fate attenzione, in particolare, al minuto 0:41...



Notato qualcosa di interessante?!
Io sì... qualcosa come una lunga cicatrice in corrispondenza dell'occhio sinistro di Conan.
Cicatrice che, sino a questo momento, non avevo notato, ma che, in effetti, è distinguibile anche in tutte le poche foto fin'ora rilasciate.


Incredibile, non è vero?!

Com'è dicevano in Superman? ... il figlio diventa padre e il padre diventa figlio...
Midda Bontor è indubbiamente "figlia" di Conan... e, straordinaria coincidenza, il nuovo Conan cinematografico fa sfoggio di uno sfregio pressoché identico a quello che Midda Bontor ha sul proprio occhio sinistro sin dall'11 gennaio 2008, dalla sua prima descrizione:
Ma non era solo la fossetta a denotare qualcosa: sulla pelle chiara, quasi candida, uno sfregio appariva come blasfemia, posizionato nella forma di una lunga cicatrice verticale sull'occhio sinistro di lei.

Che dire?! Wow!!!

lunedì 11 aprile 2011

La canzone di Midda... in arrivo!


Credo - e spero - che il promo qui sopra possa essere giudicato sufficientemente esplicativo... o no?!
Per chi avesse ancora dubbi, tuttavia, ecco qualche informazione in più...

Come forse vi sarete potuti accorgere, il 25° racconto di Midda's Chronicles si è ormai avviato verso la sua naturale conclusione e il prossimo sabato, quando sarà pubblicato l'episodio 1186 delle Cronache, avrà inizio di una nuova, grande avventura di Midda Bontor dal titolo La canzone di Midda.
Un racconto che, non solo avrà l'importante compito di inaugurare l'ipotetico settimo libro della nostra saga prediletta, ma, ancor più, avrà l'importante... importantissimo compito di offrire finalmente chiarezza a molti interrogativi che, sino a oggi, potrebbero esservi stati propri nel merito delle "origini" della nostra mercenaria preferita!

Dove è nata Midda Bontor? Chi era suo padre e chi era sua madre?
Come è divenuta marinaia? Come ha conosciuto il capitano Salge Tresand?
Perché ha abbandonato la via del mare per divenire la mercenaria che è oggi?
Ma, soprattutto, chi è la misteriosa nemesi che, sin dal 3° racconto delle Cronache, sta impegnando tutta se stessa per rovinare la propria vita a Midda Bontor? E per quale ragione?!

Se vi dico che le risposte a queste e a molte altre domande saranno contenute ne La canzone di Midda, pensate di riuscire a credermi su quanto sarà importante non perdersi questo appuntamento?!

Solo cinque giorni al grande evento: sabato 16 aprile 2011... non mancate!

lunedì 14 marzo 2011

Midda's Chronicles... il cortometraggio!


N
o... questa volta non è come l'altra. Non è uno scherzo!

Se per il film di Midda's Chronicles dovrete sicuramente attendere mooolto tempo (probabilmente tendente all'eone... o giù di lì), per un corto, cortissimo, metraggio animato sono riuscito a organizzarmi in tempi decisamente più accettabili!

Così, dopo oltre un mese di lavoro in Poser, ecco a voi la nostra mercenaria preferita che prende vita in ben novecento fotogrammi scanditi in quindici fotogrammi al secondo per un totale di ben sessanta secondi di animazione!
Sessanta nel corso dei quali, come vi potrete rendere conto, molti sono gli eventi che colmano la vita della Figlia di Marr'Mahew, con un ritmo incalzante che cerca di riproporre in maniera degna l'enfasi di una delle sue quotidiane lotte.

Buona visione! E accendete le casse del PC (o indossate le vostre cuffiette)!



... allora?
Vi è piaciuto?!

Se vi è piaciuto, non mancate di diffonderlo presso i vostri amici, su YouTube, Facebook, Twitter, MySpace o attraverso qualsiasi altro canale di comunicazione!
Un po' di pubblicità non è mai sgradita!!!

Grazie, come sempre, per il vostro affetto...

martedì 8 marzo 2011

8 marzo




This is a call for the national implementation
Of mother to child transmission prevention
Programme in all the maternity hospitals
In South Africa


Sing, my sister... sing!
Let your voice be heard
What won't kill you will make you strong
Sing, my sister... sing!

You don't need
To disrespect yourself again
Don't hide your light behind your fears
My women can be strong
You've known it all along
What you need
Is what you haven't found
So...

Sing, my sister... sing!
Let your voice be heard
What won't kill you will make you strong
Sing, my sister... sing!

Women are the mothers of the world, my friend
I tell you womankind is strong
Take your beautiful self up to the heights again
Back to the place where you belong
So...

Sing, my sister... sing!
Let your voice be heard
What won't kill you will make you strong
Sing, my sister... sing!

C'mon my sisters now
Sing loud and sing proud
Sing my sister... sing!
Use your voice to call out
Let your voice be heard
Use your voice
For freedom
Let your voice be heard
Everywhere you go
For freedom
Yes freedom

The generics...
We know azt globally
Call ... azt we know it. it is protecting children from hiv globally
Response ... globally
Call ... mtct
Response ... protection
Call ... we know nevirapine. it is protecting children from hiv globally.

Annie Lennox - Sing

lunedì 7 febbraio 2011

Midda's Chronicles... il film!


Attenzione
: nulla di quanto riportato qui a seguito ha da intendersi qual notizia seria o vagamente veritiera. Questo post nasce da un momento di ordinaria follia del sottoscritto. Se proprio volete, potete considerare tutto questo ai limiti di una fan fiction.

Quando ho iniziato la saga di Midda's Chronicles non avrei mai potuto immaginare di poter giungere a un momento simile.
Certo... è normale scherzare sulla possibilità che un proprio personaggio finisca al cinema: ma da scherzare a vederlo realmente divenire tale il passo è lungo. Immenso.

Eppure... così è veramente accaduto.


In passato ho letto interviste ad autori addirittura "indignati" dall'idea di un film tratto o ispirato a un proprio scritto, autori che, disdegnando l'idea che un personaggio cartaceo potesse essere trasferito su celluloide, per partito preso affermavano di non poter accettare o approvare un adattamento cinematografico di un proprio libro.
Ma... siamo sinceri.
Voi cosa avreste risposto se, sul cellulare, foste inaspettatamente stati contattati da un certo mr. Bruckheimer (impossibile elencare tutta la sua produzione cinematografica) desideroso di tradurre in film l'oggetto di tanto vostro impegno e dedizione?

Ovviamente, indubbiamente, inevitabilmente: signorsì, signore!

E così mr. Bruckheimer, o Jerry per gli amici, ottenuto il permesso di procedere, ha subito contattato il suo amico mr. Fuqua (Training Day, King Arthur), per chiedergli se potesse essere interessato a un bel film sword & sorcery.
Dopotutto i tempi sono particolarmente maturi, ove Marcus Nispel (Pathfinder) è già al lavoro su Conan, con Jason Momoa (Stargate: Atlantis), e Robert Rodriguez (devo veramente presentarlo?!) ha promesso di lavorare su Red Sonja, con Rose McGowan (Streghe).

Devo ammettere, per onestà intellettuale, che sono da sempre un fan dei film di Jerry Bruckheimer, ai quali è dedicato uno spazio d'onore nella mia collezione di DVD, e che quando ha proposto il nome di Antoine Fuqua non ho potuto evitare di restare con la bocca letteralmente spalancata: King Arthur, soprattutto in edizione Director's Cut, è un film che ho sempre giudicato eccezionale e l'idea che la stessa coppia di produttore/regista potesse essere interessata alla mia Midda non avrebbe potuto rendermi più che entusiasta!

Okay. Mento sapendo di mentina.
In effetti c'è stata una notizia che mi ha emozionato in misura ancora maggiore: la scelta del cast principale.
Piccola premessa: fra tutte le storie di Midda, per iniziare l'opera cinematografica Jerry e Antoine hanno giudicato ideale Alla deriva, il racconto nel quale la nostra eroina, a seguito di un naufragio, giunge priva di memoria su un'isoletta pacifica, nell'esatto momento in cui essa è stata presa d'assedio da spietati pirati. In quel racconto, come sicuramente ricorderete, Midda conquista l'appellativo di Figlia di Marr'Mahew (la dea della guerra del pantheon locale). E da questo particolare è derivato il titolo stesso del film: La figlia della Guerra.
Se avete sbirciato il poster promozionale qui sopra, vi sarete già accorti dei quattro importanti nomi lì riportati... ma siete anche riusciti ad associarli ai personaggi della storia?!

Beh. La protagonista appare quasi scontata nella propria associazione: Angelina Jolie.
Adoro Angelina Jolie (come probabilmente l'adora qualsiasi essere umano di sesso maschile), ma non solo in quanto donna, per il suo mero aspetto esteriore. In effetti, solo da quando ho visto Ragazze Interrotte ho iniziato a considerarla come attrice e a adorarla in quanto tale. Ciò nonostante, per quanto adori Angelina Jolie, devo sottolineare come non abbia mai associato l'immagine mentale di Midda a quella di Angie: non so perché... forse ho sempre cercato di pensare a un volto nuovo, per non cadere nello stereotipo.
Ma quando la scelta del regista è caduta su di lei non ho potuto evitare, ugualmente, di esultare. Anche perché, con la sua Lara Croft, ha ampiamente dimostrato tutta la propria prestanza fisica, tale da lasciarla essere più che idonea al ruolo di Midda.

E gli altri? Diane Keaton, David Morse e Anthony Hopkins... chi sono nella storia?!
In verità non dovrebbe essere così difficile individuarli, dal momento in cui non troppi sono i personaggi principali in quel racconto e considerando come tre fra loro sono estremamente giovani, è fra gli altri che si deve ricercare per trovare le corrette associazioni.
E così ecco che Diane Keaton (meravigliosa!) è stata scelta per offrire il proprio volto alla coraggiosa Cor-El, capitano della Har’Krys-Mar; David Morse (che mi è sempre piaciuto in ogni film in cui l'ho incrociato) darà corpo al buon Lafra Narzoi; mentre Anthony Hopkins (oh... cielo!!!) all'alcalde Hayton Kipons.

Insomma... non so ancora i nomi del resto del cast, ma già con questo poker credo proprio che posso affermare di aver sbancato!

E per quanto riguarda la colonna sonora?...
Ebbene sì. Questa è "colpa" mia. Ho insistito tanto con Jerry e lui, alla fine, ha accettato di provare a sentire la grandissima Annie Lennox. E lei ha accettato!
Un colpaccio incredibile, dal momento in cui, pensando alla voce di Midda, sopratutto quando canta, ammetto di aver sempre pensato a quella di Annie!
Accanto a lei, poi, sarà presente anche quel geniaccio di mr. Elfman... ultimo ma non meno importante in questo elenco di grandissimi nomi.

Che dire...?


Non vedo l'ora di poter andare alla premiere. Sinceramente non sto più nella pelle!
Ma cosa potrò indossare? Non sarò davvero costretto a mettere lo smoking, spero...

Attenzione: nulla di quanto riportato qui sopra ha da intendersi qual notizia seria o vagamente veritiera. Questo post nasce da un momento di ordinaria follia del sottoscritto. Se proprio volete, potete considerare tutto questo ai limiti di una fan fiction.

sabato 5 febbraio 2011

Restyling all'opera!


P
er il primo blog di Midda, l'originale all'indirizzo http://middaschronicles.blogspot.com/, nato senza pretese di sorta, scelsi un template predefinito di Blogger, ritraente una sorta di pergamena. Il titolo, nell'angolo in alto a sinistra, non aveva ancora i caratteri "ufficiali" attuali... e l'unica indicazione riguardate l'aspetto della protagonista era un semplice disegnino come quelli che, ancora oggi per tradizione, continuo ad associare all'ingresso in scena di nuovi personaggi.

Alcuni mesi più tardi, quando nacque la vecchia Enciclopedia (utilizzata, in verità, più come un diario che come enciclopedia), scelsi di modificare lo stile, pur limitandomi, ancora, a un template pre-assemblato come tanti che si trovano in rete: sino alla pubblicazione del primo libro di Midda, nel gennaio 2009, i due blog mostrarono pertanto un paesaggio marittimo, con tanto di faro nell'angolino, riportando ancora il primo titolo e l'immaginetta originale di Midda.

Solo, come detto, nel gennaio 2009 vi fu una prima grande revisione dello stile dei blog, nel rendere omaggio alla pubblicazione de Il tempio nella palude (e altre storie): a stili "impersonali", venne preferito un template riadattato ad hoc, e facente sfoggio, in alto, della copertina del libro stesso. Copertina che, alcuni mesi più tardi, venne puntualmente aggiornata in occasione dell'uscita di Condannata (e altre storie).

A fine gennaio 2010, quando scelsi di acquistare uno spazio web per dare maggiore spessore al "network" di Midda, con una nuova Enciclopedia basata su sistema Wiki e creando una gallery per le immagini di Giuliana Lagi, scelsi di mantenere quello stile comune, tranne per la homepage, che presentò un primo piano 3D della nostra mercenaria preferita.
Per i nostalgici, quell'immagine è ancora reperibile in questo vecchio post.

Oggi, dopo un altro anno nel corso del quale, ovviamente, all'immagine del secondo libro è stata sostituita la copertina del terzo volume, Il collezionista di sassi (e altre storie), ho deciso di rinnovare graficamente l'intero "network", nell'ultimo mese già rimaneggiato in alcune sue parti secondarie, come forse potrete aver notato.

Ecco, pertanto, una nuova Midda 3D mostrarsi nella homepage in tutto il suo fascino:


E, ancora, ecco una leggera brezza di novità anche per i due blog che, oggi, compongono questo insieme, le Cronache e il Diario:


Per non parlare, poi, della sezione dedicata all'Arte, di quella relativa alle Pubblicazioni, nonché della pagina dei Contatti, che sono state completamente rinnovate nella propria struttura e sono state incluse, per migliore fruibilità, all'interno dello stesso sistema dell'Enciclopedia, a estendere quello che, da oggi in poi, potremo definire ufficialmente come Wiki:


Cosa poter commentare a tal riguardo?

Beh... la scelta della nuova immagine in homepage ha da considerarsi di mero gusto estetico: la precedente immagine, dopotutto, nasceva quale citazione del video creato per pubblicizzare l'uscita del primo volume e, in ciò, poteva considerarsi sufficientemente datata al punto tale da richiedere l'esigenza di una nuova immagine.

Per quanto riguarda, invece, il nuovo template condiviso da tutto il "network", in un periodo in cui i monitor tendono sempre di più ad allargarsi, ho voluto privilegiare la dimensione orizzontale, guadagnando spazio nel passare da uno standard a 800x600 px, ormai giudicabile obsoleto, a uno standard a 1024x768 px che possa proporre un maggiore spazio di lettura e, in ciò, possa risultarvi più comodo.

Nel merito, infine, dell'integrazione di tutti gli altri "sottositi" all'interno di un medesimo Wiki, oltre alle ragioni già citate di maggiore semplicità di gestione (per me) e di consultazione (per voi), c'è anche da segnalare una serie di spiacevoli problemi tecnici legati ai precedenti script che, loro malgrado, mi hanno forzato la mano in favore di una modifica radicale.
Poco male, però, dove ho potuto cogliere l'occasione per riprendere gli aggiornamenti della gallery e dell'Enciclopedia (piccole cose... ma positive!).

Nella speranza che queste novità vi possano essere gradite, non posso che rinnovarvi i miei più sinceri ringraziamenti per la vostra fedeltà.

venerdì 14 gennaio 2011

Midda per Beneficenza - I primi risultati


S
in dalla pubblicazione del primo libro di Midda's Chronicles ho desiderato associare alla vendita delle versioni cartacee un'iniziativa di beneficenza, così come già vi è stato modo di parlare qui e qui, nonché come è stato riportato sulla copertina di ogni libro con un marchio verde a indicare l'euro donato ai bambini dei Tibetan Children's Villages.

A oggi, fra i libri venduti, regalati e acquistati per scopo personale (perché anche per questi ultimi, ovviamente, non manco di riconoscere l'euro di beneficenza), queste sono le quote raggiunte:
- Midda's Chronicles - Il tempio nella palude (e altre storie) - libro cartaceo ... 28 copie
- Midda's Chronicles - Il tempio nella palude (e altre storie) - ebook ... 2 copie
- Midda's Chronicles - Condannata (e altre storie) - libro cartaceo ... 15 copie
- Midda's Chronicles - Il collezionista di sassi (e altre storie) ... 9 copie
per un totale di 54 copie... pari a 54 euro da destinare alla beneficenza.

Confido che nessuno possa aver mai avuto dubbi di sorta sul fatto che l'iniziativa di beneficenza associata alla vendita dei libri potesse essere meno che sincera.
Tuttavia, in un clima di massima trasparenza, ecco l'evidenza non solo dell'avvenuto versamento a Yeshe Norbu Appello per il Tibet o.n.l.u.s., ma anche la risposta da parte degli stessi che pone, al di là di ogni possibilità di dubbio, nero su bianco l'intera questione.

Pomaia,
venerdì 14 gennaio 2011

Caro Sean,

ti invio questa breve lettera per ringraziarti della tua donazione: 54 euro sono pochi rispetto alle necessità, ma per molti in India rappresentano più di un mese di stipendio.
Sono contento che l’apprezzamento per il tuo lavoro con “Midda’s Chronicles” stia crescendo: so che lo fai con passione e per noi è un piacere proseguire con questo abbinamento. Il tuo contributo sarà sicuramente di aiuto per i bambini dei Tibetan Children’s Villages, così come concordato.

Come per ogni donazione ricevuta da Yeshe Norbu, il denaro raccolto sarà mandato in India e Nepal, dove verrà preso in consegna e distribuito ai destinatari da persone di fiducia.
Ti terremo aggiornato sul buon andamento dell'attività.

Grazie ancora per l’iniziativa di beneficenza che hai voluto collegare alla tua opera.

Francesca Piatti
presidente
Yeshe Norbu Appello per il Tibet o.n.l.u.s.

Il mio più sincero ringraziamento a Yeshe Norbu per la disponibilità concessami nell'aiutarmi a realizzare questa iniziativa e nell'offrirsi qual garante della medesima.
E, ovviamente, il mio più sincero ringraziamento anche a tutti coloro che, con il loro interesse, hanno contribuito a questi primi, e spero non ultimi, 54 euro.

P.S.
Spero sia inutile tornare sottolineare come il mio si proponga quale un gesto assolutamente minimale, solo un modo estremamente misero per offrire un ulteriore valore alla pubblicazione cartacea di Midda's Chronicles, e che, se qualcuno fosse veramente interessato a offrire del denaro in beneficenza, tutte le indicazioni sul caso potranno essere ritrovate sul sito di Yeshe Norbu.

martedì 11 gennaio 2011

11 gennaio 2008 - 11 gennaio 2011


L
a storia dietro la storia è nota, nell'essere stata ripetuta ormai innumerevoli volte.

Tutto ebbe inizio il 9 gennaio 2008, quando, nella volontà di dare vita a una nuova serie a fumetti, in strisce da pubblicare online, iniziai a tratteggiare l'immagine di una donna guerriero, con un taglio di capelli alla Valentina di Crepax, seni decisamente maggiori rispetto a quest'ultima, un braccio ricoperto da armatura, una cicatrice sul viso e una spada in mano: una mercenaria che, senza troppe premesse, spiegazioni o altro, si mostrava circondata da zombie, lamentandosi con se stessa per aver richiesto un prezzo sempre troppo basso.
L'idea mi piacque subito, ma prima ancora che potessi finire di impostare la prima striscia, mi resi conto di come non sarei mai riuscito a portare avanti la faccenda con sufficiente costanza, nell'affidarmi a disegni pur particolarmente impegnativi nella propria richiesta di tempo e di attenzione. Così cambiai idea o, meglio, mantenni la stessa idea ma decisi di cambiare mezzo per proporla al mondo, adottando l'idea di una blog novel.
In questo modo, l'11 gennaio 2008, fece il suo esordio ufficiale la saga di Midda's Chronicles...


Oggi sono trascorsi tre anni esatti da quel timido inizio... e molto è cambiato rispetto ad allora.

Oggi Midda's Chronicles è:
- 1097 episodi pubblicati;
- più di 8600 visite;
- 23 racconti completati, un 24° in corso di scrittura;
- 1 speciale one-shot e 1 speciale natalizio da cinque episodi;
- 3 libri cartacei più 1 e-Book già auto-pubblicati su Lulu.com, con 45 tavole realizzate ad hoc da Giuliana Lagi;
- 54 euro raccolti attraverso la vendita dei succitati libri cartacei ed e-Book da destinare attraverso Yeshe Norbu Appello per il Tibet o.n.l.u.s. ai bambini dei Tibetan Children's Villages;
- altri 2 libri cartacei già pronti per essere rivisti e corretti;
- 7 video su YouTube;
- 12 contatti su Google Friends Connect;
- 9 contatti su Facebook;
ma, soprattutto,
- tanti, tanti, tanti amici e "fan", sostenitori di quest'opera che, soprattutto nel forum della Terra di Altrove (http://www.terradialtrove.it/ per chi ancora non lo avesse visitato), ma anche in altri blog, siti, social network, non smettono di credere in me, sostenendomi con il loro affetto, con la loro presenza, con il loro interesse.

Le soddisfazioni derivanti da tutto ciò sono state, e sono, veramente molte: le cifre sopra citate parlano del resto da sé... e, ancor più, parla l'affetto di chi ha voluto dedicarmi una splendida Prefazione quale quella presente nel terzo volume cartaceo della saga (per chi non l'avesse ancora letta, eccola qui).

Ma... dopo tre anni, e dopo tutto questo, credo sia giusto sottolineare un particolare importante per il futuro della serie.
E per farlo, mi permetterò di scrivere tutto in maiuscolo, in un dichiarazione virtuale "urlata" a squarciagola.

SIAMO SOLO ALL'INIZIO!

Sì. Avete letto bene... siamo solo all'inizio!

Midda's Chronicles ha già dato molto e ha ottenuto molto... ma vuole dare ancora di più e vuole ottenere ancora di più!
Con il 21° racconto, annunciai, in coerenza con il titolo di quella stessa avventura, come esso avrebbe dovuto essere considerato il giro di boa verso la fine della prima saga di Midda's Chronicles. E, ora, lo ripeto e lo confermo: "Punto di svolta" è stato veramente il punto di svolta della prima saga... una saga che proseguirà nelle proprie storie, nella propria continuity narrativa, fino al 41° racconto, con il quale molte trame raggiungeranno una propria conclusione ma, altrettante, troveranno solo occasione per un nuovo inizio.
Qual seguito della prima grande saga, che nel formato attuale di pubblicazione cartacea dovrebbe ricoprire 10 volumi, è già prevista una seconda saga e, poi, addirittura una terza. E nulla di tutto questo ha da considerarsi qual "forzato", sia chiaro, dove molti elementi di ciò che sarà, piccoli e grandi semi in riferimento alla seconda e alla terza saga, sono già stati posti nelle storie attuali, a rendere il tutto estremamente omogeneo e non quale, banalmente, un modo per obbligare il prosegui di qualcosa che altrimenti non avrebbe continuato a essere proposto.

Tre anni sono passati dall'inizio di questo viaggio e ancora molti, molti, molti altri spero potranno trascorrere prima di porre la parola "Fine" all'avventura della nostra mercenaria dagli occhi color ghiaccio.
Un'avventura che continuerà a essere sempre proposta sul suo solito, piccolo blog di Blogger (http://middaschronicles.blogspot.com/), così come è stato dall'11 gennaio 2008 e così come, mi auguro, potrà essere finché morte non ci separi!
Perché se anche, nel corso del tempo, potrà forse mutare (anzi - ... perché no? - potrà spero mutare) la pubblicazione cartacea, magari abbandonando la produzione artigianale dell'auto-pubblicazione attuale nel volervi offrire sempre qualcosa di migliore, di più accessibile e più economico, il blog continuerà, sempre e comunque, con la propria pubblicazione quotidiana, così come è stato negli ultimi tre anni!

Grazie a tutti per questi tre anni insieme... e, sopratutto, grazie a Midda Bontor per essere una protagonista tanto entusiasmante per le storie delle quali io non mi sento autore, quanto, piuttosto, semplice e umile cantore.

Sean

P.S.
Impossibile evitare di ringraziare, fra i molti, lo staff di FantasyMagazine, che proprio oggi, come già un anno fa, ha voluto riservare uno spazio anche per dedicare gli auguri a Midda, qual riconoscimento della lunga strada già percorsa insieme!
Grazie di cuore!